martedì 9 febbraio 2010

Timballo di pasta con le sarde

Non so quante siano le ricette per fare la pasta con le sarde, e sicuramente quella che ho preparato e che descriverò scandalizzerà qualcuno per quanto è lontana dalle varianti più classiche e conosciute, eppure si tratta di una ricetta che risale al periodo tra le due guerre, e pertanto abbastanza vecchia da poter essere quasi definita tradizionale.
Per dare un tocco di classe a questa preparazione ho usato delle sarde acquistate sabato mattina in Piazza S. Giacomo a Udine, così meravigliosamente fresche da sembrare ancora vive, e i finocchi di Autore.

Ingredienti x 4 persone

500 g di sarde, 300 g di penne, 2 finocchi con le relative barbe, 5 filetti di alici sott'olio, qualche cucchiaio di passata di pomodoro, farina tipo 00, olio per friggere, olio extravergine, sale, pepe.


Pulire e diliscare le sarde, togliendo la testa e la coda, infarinarle e friggerle in abbondante olio, disporre su carta assorbente e salare.
Tagliare i finocchi a dadini, disfare i filetti di acciuga nell'olio extravergine, aggiungere i finocchi e soffriggerli, quindi aggiungere la passata, le barbe, salare, pepare e portare a cottura aggiungendi un po' di acqua se necessario.
Nel frattempo cuocere le penne al dente, scolarle e condirle con un po' dei finocchi.
Disporre in una teglia uno strato di penne, un po' di finocchi e coprire con le sarde fritte, quindi proseguire fino ad esaurimento degli ingredienti.
Infornare a 180 °C per 15 minuti o finché leggermente dorato. Servire caldissimo.