Scrigno di tagliolini al San Daniele

Ho già cucinato un piatto molto simile un po' di tempo fa, ma non avrei mai immaginato di rifarlo a Berlino. L'ho fatto con piacere, ma anche con una certa tristezza, come omaggio all'unica salumeria friulana della città, che putroppo chiude. Ragazzi, ci siamo conosciuti per poco tempo, ma è stato un vero piacere.

Ingredienti (x 3 persone): 300 g di semola rimacinata di grano duro, 3 uova intere, 1 pizzico di sale, 6 fette di San Daniele prese dal centro della coscia, in modo che siano piuttosto lunghe, 200 g di San Daniele in una sola fetta, 40 g di burro, 300 g di panna fresca, 3 cucchiai rasi di semi di papavero.

Impastare la semola con le uova e il sale, tirarla non troppo spessa e ricavarne dei tagliolini finissimi.
Tagliare a cubetti la fetta di prosciutto e rosolarli nel burro per qualche secondo (non devono diventare croccanti, ma solo un po' coloriti), toglierli dalla padella e tenerli da parte.
Nella stessa padella versare la panna e i semi di papavero.
Cuocere per un minuto circa i tagliolini in acqua bollente salata, scolarli e versarli nella padella con la panna.
Accendere il fuoco e continuare la cottura mescolando, per un paio di minuti, finché la panna non sarà stata assorbita.
Aggiungere i cubetti di prosciutto, mescolare un'ultima volta e spegnere il fuoco.
Nel frattempo disporre le fette a due a due suo piatti, formando una croce.
Distribuire i tagliolini al centro della croce, chiudere le fette di prosciutto formando uno scrigno e servire immediatamente.


Post più popolari